Stiamo ronzando su…
Il Comune Spende

Scarica il File Aggiornato con tutte le spese sostenute dal Comune di Mesero registrate a Protocollo. Scopri come spende il tuo comune!

Video Consiglio

Clicca l'immagine per rivedere tutti i VIDEO dei Consigli Comunali e rivivere i nostri interventi...

CEMENTO sui DENTI

Aggiornamento a Luglio 2013. Il PROGETTO e' STATO BLOCCATO (Link)

250.000mq per Mesero, 100.000 mq per Marcallo, una superficie equivalente a 50 campi da calcio sta per essere CEMENTIFICATA. E' emergenza ambientale ed anche democratica.

IL VIDEO di DENUNCIA direttamente da CEMENTO SUI DENTI del 28-1-12

 

I Documenti Ufficiali del Progetto

Valutazione Ambientale Strategica

Decreto Finale VAS con prescrizioni

Stato attuale iter burocratico

Scheda del Procedimento in Provincia

Alcuni autorevoli articoli a riguardo:

Fondo Ambiente Italiano

Stop al Consumo di Territorio

Diversi Orizzonti

Volantino Informativo

Articolo Logos

Curiosità

Il Consigliere Fabio Prina in prima pagina sul Settegiorni: "Rinuncia all'indennità ed invita i consiglieri a seguirlo" (Link Articolo - Approfondimento)

MESERO e DEGRADO
Quasi 90.000 i mq di stabili abbandonati su territorio Meserese, con che criterio si decide di costruire ancora!?
Petizione Salva Mesero

Clicca qui

per vedere i Firmatari. La raccolta è conclusa e sono ben 500 le firme raccolte con 378 firme di Cittadini Meseresi.

 

Approfondisci.

Rifiuti? Come dividerli…

 

Dopo Consiglio

Dopo Consiglio

4 Ore di discussione per 13 ordini del giorno: una seduta abbastanza tecnica e pesante. In ogni modo i punti politici si possono semplificare in tre: Bilancio di Previsione, Nuovo Regolamento Consiglio Comunale, Nuovo Regolamento delle Videoregistrazioni del Consiglio Comunale

Bilancio.

Come abbiamo già commentato in questo articolo, il fallimento della programmazione urbanistica dell’amministrazione non può che portarsi dietro un bilancio rattoppato e privo di investimenti.

Regolamento Consiglio Comunale.

Mesi fa presentammo 21 emendamenti (modifiche) al regolamento in oggetto, per la maggior parte tutti cassati. In occasione di questo Consiglio abbiamo presentato una forma semplificata della richiesta di emendamenti riducendoli a cinque. Due di questi cinque, sono stati approvati. Il regolamento in questo modo si è arricchito di concetti importanti per la tutela delle minoranze e della loro funzione democratica di critica e controllo. Purtroppo pochi emendamenti non sono sufficienti per cambiare l’anima di un regolamento che non spicca per apertura alla popolazione e collaborazione con le minoranze. In particolare siamo molto dispiaciuti per la bocciatura di questi due emendamenti: Il “Question Time” per l’interlocuzione controllata del pubblico con il Consiglio e la pianificazione programmata delle Sedute in modo da facilitare le minoranze nella propria funzione.

Regolamento Videoregistrazioni.

E’ certamente una buona iniziativa arrivata forse un po’ tardi. Ricordiamo che quando l’abbiamo proposta in occasione dell’adozione del PII, circa un anno fa, ci è stata impedita dall’intervento perfino dei Carabinieri. E’ stato accettato, anche se in forma semplificata, un nostro emendamento atto a regolamentare la rintracciabilità delle sedute sul sito istituzionale. Questo Consiglio sperimenterà la videoregistrazione forse una volta prima delle prossime elezioni e purtroppo gli argomenti importanti ora scarseggiano.

Print Friendly

Ecologisti per caso… ma ora il bilancio?

La bocciatura del PII è stata giustamente recepita dall’amministrazione anche nel PGT e questa è una buona notizia. Ricordo infatti che il Piano Integrato assorbiva da solo tutto il nuovo cemento possibile che avrebbe investito il nostro comune ed anche oltre. Il nostro PGT quindi, risulta oggi essere a crescita zero o addirittura ancora meglio dal punto di vista ambientale. Alcuni terreni saranno infatti riconvertiti da edificabili ad agricolo anche se però è doveroso ricordare  come queste riconversioni siano state introdotte nella prima versione di DDP per rendere il PII più “digeribile”,  maldestro tentativo oggi non andato a buon fine. (approfondimento)

La nostra amministrazione quindi, bramosa di cementificare un’area grande come 5 volte il destriero di Vittuone, si trova oggi tra i piedi un PGT che a livello di tutela del suolo è ottimo ma espone il comune a gravi difficoltà di bilancio! Ci  sono altresì altri comuni in Italia che hanno approvato strumenti urbanistici rispettosi dell’ambiente, peccato che gli amministratori di questi comuni virtuosi, abbiano prima messo mano ai conti, razionalizzando le spese, tagliando gli sprechi, ottimizzando i servizi, cercando i finanziamenti e l’appoggio della cittadinanza, e solo poi hanno congelato la cementificazione del proprio territorio.

E’ doveroso ricordare che per i continui tagli statali, i comuni italiani oggi sono costretti a sacrificare continuamente parti del proprio territorio per poter trovare i capitali necessari per finanziare il bilancio tramite gli oneri di urbanizzazione. Come abbiamo ricordato sopra però, solo poche amministrazioni virtuose sono riuscite a svincolarsi da questo ricatto che rischia di devastare la bellezza del territorio italiano, e per farlo hanno dovuto ingegnarsi e muoversi per tempo. Nessuno a Mesero si è ingegnato ma anzi, come espresso in premessa, questo PGT ci è capitato e, seppur sono felice che il territorio verrà tutelato, sono anche preoccupato per lo squilibrio economico a cui il comune potrebbe andare incontro. In un quadro di crisi economica grave come quello attuale, una gestione maldestra del territorio come quella Meserese potrà facilmente trasformarsi in una maldestra gestione del bilancio. Abbiamo già avuto un’anticipazione di ciò, con le mancate entrate dovute al clamoroso ritardo con cui Mesero è arrivata a portare il PGT in approvazione, lasciando il paese di fatto paralizzato e senza strumento urbanistico, perdendo sei mesi di oneri.

In sintesi: se il territorio per il momento è salvo “ad insaputa dell’amministrazione”, per il bilancio invece non si prospetta nulla di buono.

 

Fabio Prina

 

PS: La puntualità dell’amministrazione Molla nell’arrivare all’ultimo momento, non si smentisce mai. Discutere del PGT in un afosissimo venerdì sera di agosto in una sala non climatizzata, torturando i presenti con decine di pagine tecniche incomprensibili ai più ma poco utili al dibattito politico, ribadisce per l’ennesima volta che per il gruppo di maggioranza il pubblico è un impiccio. Dopo 4 ore di discussione in un contesto così pessimo, dei 20 presenti all’inizio della seduta infatti, ne è rimasto solo uno, alla faccia della partecipazione.

Print Friendly

Dopo Consiglio: errare è umano, perseverare diabolico…

PII annullato, ma si teme una sua ripresentazione…

Nonostante il Piano Integrato sia stato bloccato dalla Regione, bocciato dalla Provincia, respinto e fortemente osteggiato da molti Meseresi, l’amministrazione non esclude una sua ripresentazione. E’ questa la notizia shock che ben riassume il clima dell’ultimo consiglio di Giovedì sera. Inevitabilmente il Sindaco, ben incalzato dal Consigliere Prina, spesso è si è fatto cogliere senza risposte, un silenzio che ci fa comprendere come sia difficile difendere l’indifendibile dopo che un’ente terzo, competente, come Provincia di Milano, ha valutato il Piano Integrato semplicemente un disastro. Fa addirittura sorridere infatti che la Provincia, amministrata dal Centro Destra e che quindi, per ideali, dovrebbe essere più incline a consumare suolo in nome del lavoro,  si debba trovare nella situazione di porre un freno alla sete di cemento fine a se stesso di un piccolo paesino come il nostro, amministrato da una lista civica orientata a centrosinistra, e che si spaccia pure ambientalista. Oggi più che mai, è incomprensibile quindi, come si possa solo supporre di poter presentare di nuovo il PII in quella zona vicino all’autostrada contro tutto e tutti. La scuola elementare, unica scusa plausibile per consentire l’edificazione di una così enorme zona industriale, non convince:  l’attenzione della Giunta Molla infatti non ha mai approfondito il tema Scuola, nessuna discussione pubblica, nessun preventivo. La stessa scelta di non ampliare la vecchia struttura ma procedere piuttosto con la costruzione di un nuovo edificio, è stata presa solo qualche mese fa, con un ridicolo studio di fattibilità pagato qualche centinaio di euro, giusto per produrre qualcosa da sottoporre all’opinione pubblica. Senza dimenticare che la Provincia stessa ha prescritto che la Scuola sarebbe una compensazione insufficiente visto l’enorme quantità di terreno agricolo sacrificato nell’intervento. Perchè allora tanta ostinazione nell’inseguire il PII? Più ci inoltriamo in questa assurda situazione, più rimaniamo allibiti e senza risposte tanto  è surreale…

E’ doveroso puntualizzare infine che per ora il Consiglio Comunale di Mesero, in quest’ultima seduta, ha accantonato il PII con l’annullamento del progetto visto come variante del PRG ma, come accennato in premessa, ad Agosto approveremo il PGT ed il PII potrebbe essere successivamente riproposto in variante al nuovo strumento urbanistico. La lotta non è finita, staremo allerta…

 

Print Friendly

Mesero e sprechi: 78.421 € inutilmente spesi, forse si sarebbe potuto……

Amministrare di questi tempi non è certo facile, le risorse economiche provenienti dallo stato e dagli oneri di urbanizzazione, sono sempre più scarse e meno prevedibili. L’amministrazione Meserese però, fino ad oggi, è riuscita a mantenere i servizi con tariffe concorrenziali e questo è certamente un merito. Molto differente invece il giudizio sulla gestione del territorio e delle spese sulle opere pubbliche. Come il consigliere Prina ha infatti segnalato durante la discussione in aula del Bilancio Consuntivo,  attingendo semplicemente dai documenti pubblicati in albo pretorio, abbiamo potuto scovare alcuni potenziali sprechi che oggi qui  vogliamo segnalare.

Tettoia automezzi: € 15.004 Una tettoia troppo corta per riparare dall’acqua il nuovo mezzo della protezione civile che rappresenta tra l’altro l’unico mezzo che sarebbe giusto preservare. L’altra auto comunale è in “affitto”. Rimarrebbero solo le auto dei dipendenti… ( FotoDocumenti )

Fortificazione Campetto Via Garibaldi: € 847 ( FotoDocumenti )

Attraversamento ciclabile in Via Piemonte: 5.988€ ( Foto 1, 2 - Documenti )

Continuazione Pista ciclabile posteggio Via Garibaldi: 9.594€ ( FotoDocumenti )

Cementificazione aiuole Via 25 Aprile, Via S. Fermo e Via Grandi: 5.856€ ( Foto 1,2)

Vi invitiamo a guardare le foto delle opere confrontandole con quanto ci sono costate: giudicate voi.

 

TOTALE: 37.289€

Con gli stessi soldi si sarebbero potuti istallare in diversi punti del paese 4 pannelli digitali informativi del costo di 5.000€ l’uno, comprensivi di software di gestione, connessione wireless ed istallazione. Sarebbero avanzati soldi perfino per un più  grande pannello da collocare in piazza del costo di 12.000€, oltre qualche migliaio di euro per coprire eventuali imprevisti. Un intervento del genere avrebbe portato una ventata di novità nel comune, accorciando la distanza tra istituzione e cittadini. Su questi cartelloni elettronici sarebbe infatti possibile pubblicizzare iniziative, servizi, avvisi di ogni genere dalle associazioni ai vigili, risparmiando carta, decuplicando la velocità di azione. In un momento di crisi economica e sociale non ci resta che collaborare cercando di ricomporre la società cittadina tramite il volontariato civico, il mutuo soccorso e gli eventi socio culturali. Per fare queste cose è necessaria una comunicazione efficace e con la vita frenetica di oggi il volantino nella posta od il passaparola, non bastano più.

Non è possibile inoltre trascurare i 41134€ spesi per il progetto della nuova scuola materna comunale che però non verrà realizzata. Come sappiamo l’accordo con la Parrocchia per l’ampliamento della scuola materna esistente, non è stato facilmente raggiunto per problematiche sia tecniche che di interlocuzione tra le parti, ma le casse comunali, a differenza di quelle parrocchiali, ne sono uscite veramente malconce con 40.000€ inutilmente spese.

Ecco i dati.

Studio Fattibilità scuola materna comunale Via S. Eusenzio (redatto ma mai partito): 6.276€ ( Documenti )

Progetto Preliminare scuola materna comunale via S. Eusenzio (redatto ma mai partito): 10.318€ ( Documenti )

Progetto Definitivo scuola materna comunale via S. Eusenzio (redatto ma mai partito): 24.538€ ( Documenti )

 

Tot: 78.421€ malamente spesi.


Print Friendly

I Documenti del PII: il conto alla rovescia è iniziato.

A questo link che rimanda direttamente all’albo pretorio del Comune di Mesero, è possibile visualizzare tutti i documenti, le delibere, i disegni e le tavole tecniche del Piano Integrato di Intervento Intercomunale Marcallo Mesero. Come riporta la comunicazione di deposito degli atti, tali documenti saranno esposti per 15 giorni e nei successivi 15 giorni sarà possibile fare delle osservazioni. Il termine ultimo per presentare tali istanze quindi sarà l’8 Marzo 2013. Qui invece potete leggere il verbale della discussione avvenuta in aula consigliare il 22 Dicembre 2012 in occasione dell’adozione del PII (anche se per ora le dichiarazioni scritte dei consiglieri non compaiono ancora agli atti)

Pubblichiamo qui sotto i file più significativi:

Certificati Dismissioni Terreni

Schema di Variante Urbanistica del Comune di Mesero

Dichiarazione di Congruenza

Impegno Improrogabile

Istanza

Masterplan – TAVOLA GENERALE

Perimento dell’intervento

Piano Finanziario del Produttivo

Piano Finanziario Terziario

Relazione di Presentazione

Relazione Tecnico Descrittiva

Riferimenti Catastali

Schema Convenzione

Stima Incremento Valori di Mercato

Stralcio Strumenti Urbanistici

Vista dettaglio 1

Vista dettaglio 2

Print Friendly

Carabinieri sorvegliano il Consiglio Comunale, si teme una videoregistrazione…

Mesero è un paese “strano“. Mentre i comuni più virtuosi si sono dotati già da tempo della video-registrazione dei Consigli Comunali, quando ormai l’audio-registrazione è una pratica adottata quasi da tutti, nel nostro comune ci affidiamo ancora a carta e penna con il segretario comunale che trascrive a mano quello che riesce. I nostri verbali quindi, come è facile immaginare, fanno ridere. Ore di discussione su argomenti che potrebbero appassionare i cittadini meseresi, tradotti in poche righe troppo sintetiche per essere comprese e spesso sviluppate con un italiano che scricchiola. Di fatto i consiglieri sono costretti a presentarsi con delle dichiarazioni scritte per far apparire le proprie parole nel verbale del consiglio, ma come è immaginabile, la discussione in aula non può essere fatta di dichiarazioni scritte il giorno prima. Non è possibile infatti prevedere dove porterà il confronto verbale e quindi spesso gli elaborati letti in alula si dimostrano poco coerenti con lo sviluppo della discussione.

Insieme al Consigliere Prina quindi, abbiamo promosso una petizione per introdurre la videoregistrazione del consiglio comunale.  L’obbiettivo sarebbe quello di creare un archivio storico dei vari consigli mettendo in condizione il cittadino di poter assistere alle sedute anche da casa in un orario diverso da quello in cui la stessa ha avuto sede.

Ma torniamo al consiglio del 22 Dicembre. Un gruppo di cittadini, collaboratori di Meserotua.it,  si è presentato in aula con videocamera e cavalletto per registrare il consiglio, vista l’importanza strategica dei temi trattati (Piano di Governo del Territorio e Piano Integrato) ma, pur avendo avvisato per tempo che ciò sarebbe avvenuto, il Sindaco ha inizialmente sgombrato l’aula ricorrendo perfino ai carabinieri (oltre ai vigili) e dopo un’accesa discussione, la seduta è ripresa ma la videoregistrazione è stata comunque impedita.

Il regolamento del consiglio comunale non vieta la videoregistrazione ma anzi asserisce che il consiglio è pubblico. Il concetto è tra l’altro ribadito anche dal testo unico (legge nazionale che disciplina il funzionamento degli enti locali) oltre che dallo stesso programma elettorale sostenuto dal Sindaco. Il garante della Privacy inoltre ha già espresso un parere favorevole alla videoregistrazione con la nota del 23 Aprile 2003 (riferimenti: link - link). La stessa amministrazione Molla inoltre sta provvedendo all’aggiornamento del regolamento del consiglio per inserire le videoregistrazioni in pianta stabile, ma se la promessa era quella di intervenire entro il 2012, la commissione regolamenti non è ancora stata convocata e neppure una parola con la stampa è stata spesa per anticiparlo. Mesero però, in questa seduta del consiglio comunale e nelle prossime due, si giocherà i temi più importanti per almeno un quinquennio con PGT e PII: quale momento migliore per inserire le videoregistrazioni?

L’emergenza territorio quindi, con un consumo di suolo equivalente a 50 campi da calcio adottato proprio nell’ultimo consiglio con il PII, si accompagna ad un’emergenza democratica. Ricordiamo infatti che oltre all’illegittimo divieto di video-registrare le sedute a cui ci opporremo con forza, nel nostro comune sono impediti anche i referendum consuntivi. Seppur previsti dalla legislazione nazionale e dallo statuto comunale, mancando i regolamenti attuativi, di fatto nel nostro comune non è possibile richiedere una consultazione popolare. Noi di Meserotua lo sappiamo bene. Abbiamo infatti raccolto quasi 400 firme di Meseresi che sarebbero state sufficienti ad indire un referendum. Anche questo diritto è stato negato. Potete ora capire quindi come definire “Mesero un comune strano” sia assolutamente il minimo che si possa fare.

Print Friendly

I nomi di chi ha votato a favore della nuova zona industriale…

Ecco, come promesso,  i nomi di chi ha votato a favore del Piano Integrato nel consiglio comunale del 22 Dicembre 2012 aprendo le porte alla cementificazione di un’area grande quanto 50 campi da calcio.

Sindaco Riccardo Molla (Con Noi per Mesero)

Vicesindaco Filippo Fusè (Con Noi per Mesero)

Assessori: Nicola Arsuffi, Vanni Pardi, Marco Berra, Barbara Temporiti (Con Noi per Mesero)

Consiglieri: Emiliana Berra, Maria Rosa Temporiti, Elisa Colombo, Federico Zoia, Giampiero Loaldi (Con Noi per Mesero)

 

Print Friendly

Rapido aggiornamento dopo il consiglio di oggi. Seguirà un articolo dedicato.

Stamane 22-12-12, nonostante la sede dove si è svolta la discussione sia denominata “Comune”, quasi una decina di uomini delle forze dell’ordine sono intervenute per arrestare a tutti i costi una telecamera: voleva riprendere una riunione pubblica!!!!!

Ovviamente a telecamere forzatamente spente e dopo una seduta durata quasi 5 ore, il cemento del PII è stato adottato.

Per ora pubblichiamo l’intervento principale del Consigliere Prina…

Buon natale.

Politica ed Ambiente

I numeri del Piano Integrato sono assolutamente enormi, considerate le ridotte estensioni della superficie Meserese. Siamo infatti il paese più piccolo del Magentino ma, da oggi, con la più grande cementificazione in atto: tre cliniche da 6 piani e qualche decina di capannoni produttivi e, come vedremo, potenzialmente commerciali.  50 Campi da Calcio, o 5 volte il Destriero di Vittuone sono valide similitudini per cercare di comprendere quanto sia ampia l’area coinvolta da questo intervento edilizio che ricordiamo essere individuato su terreni agricoli, vergini, dismessi dall’agricoltura in modo artificioso solo qualche anno fa, proprio per ottemperare ai vincoli provinciali che vogliono i terreni incolti da almeno un triennio. La tutela del suolo agricolo è ormai al centro di ogni politica ambientale, tant’è che il nuovo PTCP Provinciale ripresenta il tema della tutela del suolo proprio nei primi articoli, quelli fondanti. Lo stesso tema, ancora, è uno dei cardini attorno al quale si articola il Forum di Agenda 21 a cui questa amministrazione partecipa. Tra gli altri Leggi il resto di questo articolo »

Print Friendly
Le Brevissime

Leggi tutte le brevissime...

Il Capogruppo

Per contattare il nostro Capo Gruppo in Consiglio Comunale Fabio Prina, scrivi a: fabio.prina@meserotua.it

Clicca qui per conoscerlo meglio.

Il Consigliere Eletto

Per contattare la nostra Consigliera eletta in Consiglio Comunale Emanuela Barni, scrivi a: info@meserotua.it

Clicca qui per conoscerla meglio.

Il nostro Simbolo

Il prossimo 25 Maggio 2014, Vota Meserotua

Clicca qui e leggi la descrizione

Il Gruppo

Clicca la foto per conoscere i nostri candidati Consiglieri

Il nostro giornalino
NO alle tessere di partito…

...SI ai contenuti!

Siamo un gruppo di cittadini di Mesero, non rappresentiamo nessun partito e, di fronte alla mancanza di partecipazione imposta dall'amministrazione locale, abbiamo deciso di muoverci in autonomia con forze proprie. Abbiamo l'obiettivo di informarci, informare, partecipare, discutere, per cercare di migliorare il contesto urbano e sociale in cui viviamo. Vorremmo coinvolgere i nostri concittadini, in questo che crediamo un buon obiettivo.

Il Meserese Partecia…
  • 183 Questionari in occasione di Cemento sui Denti per valutare l'amministrazione e la sua idea di espansione cementifera
  • 80 Firme circa per ottenere il Referendum sulla Legge Elettorale, in attesa di approvazione. (Settembre 2011)
  • 251 Firme Raccolte per ottenere il Referendum sull'Acqua Pubblica, poi passato (Giugno 2010).
  • 200 Firme circa per i Referendum del V-Day 2 di Aprile 2008
  • 83 Firme per la Proposta di Legge Parlamento Pulito dell'8 Settembre 2007, ancora nei cassetti dei palazzi romani.
 
Segnalazione Guasti
Una solerte telefonata al numero di competenza può essere un gesto importante per mantenere Mesero, il tuo comune, curato ed ordinato.

 

Lampioni di Illuminazione Notturna Guasti: Tel. 800.901.050 - Enel Sole

 

Perdite Acqua e Fognatura: Tel. 800.175.571 - Amiacque

 

Pronto Intervento Rete Elettrica: Tel. 803.500 - Enel

 

Pronto Intervento Gas: Tel. 800.128.075 - Aemme Linea Energie

 

Buche, Cordoli di Marciapiede o qualsiasi altro tipo di arredo urbano guasto o in cattivo stato: Tel:02/97285078 - Ufficio Tecnico